Creato 05 Marzo 2018

Cari amici,

 

vi è mai capitato di provare ansia, fatica nel trovarvi davanti a una salita magari di montagna anche se larga e ben delimitata?? ebbene, a me sì ma per limiti insuperabili propri purtroppo per essere stati messi a dura prova da malattie incurabili e lutti incolmabili.

 

E' lunga questa strada da percorrere, i mezzi richiedono molta attesa, la guida affatica ma ci sono persone di tanto buon cuore che spesso e volentieri ultimamente mi hanno aiutata a compiere il percorso. Una volta era molto più agevole, perchè eravamo tutti insieme fisicamente, ora lo siamo spiritualmente. Eccola qui questa strada, proprio lei, quella che conduce a Cervinia. 

 



Un giorno di tre anni fa questa strada all'improvviso divenne bellissima, facile, per un colpo di fortuna che mai più capiterà, quando ho conosciuto delle persone stupende che hanno semplicemente migliorato la mia vita riportando la serenità dentro di me dopo anni di puro odio, rancore, dolore immenso. Sì, perché a me ogni giorno da tre anni a questa parte arrivano tornanti di cuori, di baci, di sentimenti puri e spontanei, dettati da cuori immensi e l'immensità di un cuore è la medicina migliore per la propria anima, abbatte ogni fatica, barriera, distanza e tutto è incredibilmente più bello e più facile. Chissà se tutto questo continuerà, e potrà essere d'aiuto per superare i momenti più bui, più delicati, più confusi. Speriamo sia ancora così. 


Arrivederci cari amici.

Fotografare...

“Fotografare significa lasciar parlare il proprio cuore, svelare le proprie emozioni davanti a un tramonto, all’imponenza di una vetta, alle onde del mare, allo splendore dei fiori, alla tenerezza degli animali, al virtuosismo delle città d’arte.”

Questo Sito

Questo sito è adatto alle persone che amano l’arte, la natura, i sogni e il Romanticismo.

Si accettano commenti costruttivi e non polemiche.

BUONA NAVIGAZIONE

Fotografare...

“Fotografare vuol dire condividere le emozioni con le persone care, svagarsi, divertirsi in semplicità ed armonia”.

 

Stefania Grasso