IN VISITA A.... SCUOLA GRANDE DEI CARMINI

Venezia 5/3/2017
Cari amici, siamo arrivati con grande gioia di nuovo a Venezia reduci da una magnifica serata trascorsa a Bassano del Grappa,

tra musica, applausi, pioggia, vento, cena prelibata e sonno profondo

 

Il tempo oggi migliora e facciamo tappa dopo una breve sosta a depositare i bagagli in campo dei Carmini per la celebrazione eucaristica presso l'omonima chiesa e la visita della Scuola Grande. Di questa struttura colpiscono innanzitutto le scale con gli stucchi sulle volte, affascinanti e di una raffinatezza indescrivibile

 

 

 
 
 
Ci sono quattro sale principali da visitare ognuna con una propria eleganza: la sala Capitolare, la sala dell'Archivio, dell'Albergo, la Cappella. Procediamo gradatamente. La Sala Capitolare presenta il classico soffitto del Tiepolo con lo sfondo azzurro, autore delle opere La Madonna consegna lo scapolare a S.Simone Stock e delle Virtù (innocenza, Prudenza, Temperanza) in olio su tela.
 

 

L'altare della Sala ospita una scultura in marmo della Vergine realizzata da Bernardino da Lugano.
 
 
Dalla Sala Capitolare passiamo alla Sala dell'Archivio con alcune opere probabilmente riconducibili a  Giacomo Piazzetta e Menescardi tra cui il Martirio dei Fratelli Maccabei  e la Vergine che appare ad Elia ed ester che sviene davanti ad Assuero
 

 

 

 
 
 
Dal tipico azzurro tiepolano passiamo al rosso Padovanino della Sala dell'Albergo con l'Assunzione della Vergine, l'Adorazione dei Pastori di Bon
 
 

 

 

 

 


Nella Cappella ci sono monocromi realizzati da Giovanni e Niccolò Bambini ispirati al tema della Fuga in Egitto e l'Annunciazione di Sante Piatti con davanti pregevoli sculture.

 

 

 
 
Come vedete è una visita piuttosto veloce. Non dimenticatevi della Chiesa dei Carmini dove ammirerete Cima da Conegliano con il suo sublime paesaggio da sfondo all'Adorazione dei Pastori.
 
Nella prossima puntata si avvererà un piccolo grande sogno: il racconto fotografico di Santa Maria Gloriosa dei Frari.